Crea sito
 ESCAPE='HTML'

Boccioleto o Biciulej in valsesiano, è un caratteristico villaggio, il centro più importante della Val Sermenza, distante 14 km. da Varallo Sesia capoluogo della Valsesia, edificato e raggruppato sopra uno sperone roccioso, che unisce in basso le acque del Cavaione al Sermenza.
Descritto nei documenti antichi come Buzoleto, probabilmente dal vocabolo buz (buco) oppure da buxuletum diminutivo di Buxulus, arbusto, di origine antichissima, Boccioleto fu uno dei primi paesi a staccarsi dalla parrocchia di Scopa prima del 1400, per costituire una propria pieve.
Sorvegliato e sovrastato, dall'imponente maestoso campanile della parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo e dalla curiosa, ma forte Torre delle Giavine, gigante baluardo del paese, conserva un'immagine cinque-seicentesca, tipicamente valsesiana.

La Torre delle Giavine ESCAPE='HTML'
Il campanile ESCAPE='HTML'

Piccola capitale e centro più antico della Val Sermenza, Boccioleto segna il passaggio dalla bassa all’alta valle, prolungando i confini nella Val Cavaione e in Val Chiappa, allungandoli al centro abitato di Fervento. Le cime più alte del Sajunchè sul lato meridionale e la Massa della Sajunca sul lato settentrionale, circondano con le loro catene il paese.
Le pittoresche e caratteristiche frazioni di Oro, Ronchi, Oromezzano, Solivo, Casetti, Piaggiogna, Palancato, offrono ulteriore interesse e valore al piccolo Comune.

Massa della Sajunca ESCAPE='HTML'

Non si può nascere a Boccioleto e dimenticare la propria  infanzia, senza il caos frenetico delle città, ha lasciato un bagaglio di vita e affetti che ci accompagneranno per sempre, difficile da trovare al di fuori di queste mura.

 ESCAPE='HTML'

L'anima melodica di tutte le sagre e feste del paese la centenaria Filarmonica (fondata il 1 maggio del 1882) con la sua banda musicale. In tempi passati, Boccioleto vantava oltre al corpo musicale, un corpo teatrale, una società di tiro e una cooperativa.

La banda di Boccioleto ESCAPE='HTML'

Boccioleto non è solo la Torre delle Giavine e il suo meraviglioso campanile, ma il suo fascino è dovuto all’insieme di abitazioni signorili, tipica architettura del 1600 valsesiano, con il caratteristico doppio loggiato e la copertura in piode, decorate con bellissimi affreschi sia nel centro principale che nelle frazioni.

 ESCAPE='HTML'